Condividi

NanoCAD è adatto per il disegno 3D? Questa domanda mi viene rivolta spesso ed io, in tutta onestà, rispondo di no. Ciò non significa che  non abbia delle funzionalità 3D.

Anche un CAD gratuito come nanoCAD può aprire disegni 3D e visualizzarli perché le coordinate cartesiane di nanoCAD fanno riferimento a tre assi, asse Z compreso.
Basta cambiare il punto di vista scegliendo una vista diversa da quelle ortogonali.
Al menu Visualizza > Vista (o dalla stessa barra degli strumenti) è possibile selezionare alcune viste assonometriche predefinite oppure con il comando Orbita ci si può muovere con ancora maggiore libertà.

C’è poi anche la possibilità di decidere anche lo stile della vista (Visualizza > Stile Vista), scegliendo tra il modello wireframe (fil di ferro), nascosto ed ombreggiato con varie combinazioni.

Non è del tutto esclusa anche la possibilità di disegnare in 3D, sia richiamando alcune primitive tridimensionali (parallelepipedo, cuneo, cono, sfera, piramide, ecc.) attraverso il menu Disegno > Modellazione, sia spostando e ruotando l’UCS, il sistema di coordinate utente, andando a lavorare così su diversi piani.

Le funzionalità 3D di nanoCAD nella sua versione free sono essenzialmente queste e sono riportate in questo video: 

Ci sono poi le applicazioni più evolute di nanoCAD, quelle non gratuite, che sono nanoCAD Plus e nanoCAD Pro.

NanoCAD Plus è un CAD 3D?

Anche questa domanda viene posta di frequente ed io, con la stessa onestà, rispondo: “Sì, un po’ di più ma non completamente”.

NanoCAD Plus intanto ha tutte le funzionalità di nanoCAD, migliorate e rese più accessibili da un’interfaccia grafica più evoluta, più simile alle versioni di AutoCAD più recenti.

Poi ha tre novità importanti:
1) l’importazione dei file IFC che lo apre al mondo del BIM (Building Information Modeling);
2) l’importazione delle Nuvole di Punti, cioè oggetti grafici 3D provenienti da metodologie di rilievo avanzate;
3) la possibilità di renderizzare i disegni 3D.

Sono caratteristiche evolute ma il cui uso presuppone un lavoro fatto a monte che nanoCAD Plus non sempre è in grado di fare.
Perciò nanoCAD Plus estende di molto le possibilità di visualizzazione e di gestione dei file 3D ma è un CAD limitato in fase di creazione dei modelli 3D.
Infatti disegna per linee e per facce, costruendo mesh, cioè figure tridimensionali non solide.
Per avere un CAD 3D completo bisogna fare il passo successivo.

NanoCAD Pro è un CAD 3D? Sì, lo è pienamente.

Con nanoCAD Pro viene inserita, sulla piattaforma della versione Plus, la modellazione tridimensionale di figure solide.
In questo video viene spiegata la differenza tra le mesh e i solidi 3D.

Si apre così il campo ad un disegno tridimensionale evoluto, ad una modellazione 3D per alcuni versi più somigliante ad Autodesk Inventor piuttosto che ad AutoCAD.
Si possono disegnare facilmente forme 3D complesse attraverso comandi di estrusione, rivoluzione, sweep, loft.
Si può agire poi per addizione, sottrazione ed intersezione di figure solide che possiedono e mantengono una massa e un volume.

Il risultato è qualcosa di più di un disegno. Si modellano oggetti, pronti per essere renderizzati o esportati nei formati propri della stampa 3D.
Infatti nella versione 11 sia nanoCAD Plus sia nanoCAD Pro possono esportare nel formato .dae, per l’interscambio con altri software di modellazione e di rendering, tra cui Blender (che è gratuito), o nel formato .stl, indicato per la stampa 3D.

Non ti rimane che provarlo cliccando sul banner qui sotto.


Condividi